SEGUICI SU  facebook icontwitter icongoogle icontel icon 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Continuando a navigare su questo sito, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo
  • Cantina Massarella
  • Cantina Massarella
  • Cantina Massarella
  • Cantina Massarella
Previous Next

In Puglia la coltivazione della vite ha origini antichissime tanto che la qualità e bontà del vino di questa terra vengono lodati durante l'occupzione romana dai poeti Orazio e Plinio il Vecchio. 

Nel territorio pugliese possiamo distinguere cinque zone, con diversa vocazione vitivinicola, che da Nord a Sud sono: il Gargano, il Tavoliere, le Murge, il Salento, ai quali si aggiunge il subappennino Dauno.

Attualmente in Puglia si coltivano circa 104000 ettari di vigneto dislocati per la maggior parte in territorio pianeggiante, tra i vitigni prevalgono quelli a bacca rossa che coprono circa l'80% dell'area coltivata. Tra questi il più diffuso è il negro amaro seguito dal primitivo, che sembrerebbe imparentato con il californiano zinfandel.

I vitigni più diffusi si possono suddividere in tre zone:

- a nord di Bari troviamo il bombino, l'uva di Troia, sangiovese e montepulciano;

- al centro verdeca e bianco d'Alessano;

- al sud negro amaro, primitivo e malvasia nera.

Oltre a queste varietà autoctone sono presenti altri vitigni come lo chardonnay, il sauvignon, falanghina, pinot bianco e pinot nero.

0
0
0
s2sdefault

logo enoteca footer2
Via Garibaldi 18
86100 CAMPOBASSO
Tel 0874.48.21.96
Mobil 393.8360562
tel icon
design: alberodelleidee.it